Cookie

image

image

image

image

Annunci

52 pensieri su “Cookie

    1. Oggi pomeriggio dalle mie parti piove e nel pomeriggio abbiamo bevuto il tè con i cookie 😛 .Poi si parla solo di Cookie questi giorni e mi é venuta voglia di fotografarli prima di mangiarli.Ho usato le stringhe nuove delle scarpe della Thun che mi sono state regalate per legare i Cookie 😀 .Buona serata ❤ 🙂

      Mi piace

    1. …..io ho scritto solo due righe in più su About me dove ho informato i visitatori del blog della legge di Cookie Law e per qualsiasi chiarimento in merito di rivolgersi direttamente a WordPress e non a me 😉 Buona domenica.ricambio l’abbraccio ❤ 🙂

      Liked by 1 persona

  1. Non li conosco ma proverò a mangiarli senz’altro! per quanto riguarda itestimonial o sponsor o le pubblicità di prodotti che ognuno di noi senz’altro usa, io sto provando a cambiare stile visivo al mio spazio. Vorrei e lo dico senza vergogna avere tanti amici o testimonial o sponsor che illuminano ancora di più il mio sito! Se poi dovrò cambiare veste grafica o fare altre incombenze lo farà senz’altro! per ora aspetto nuovi amici che vogliano starmi vicina e mi permetto di dirlo in questo seguitissimo blog della nostra amica VIOLA! Se qualcuno desidera farsi pubblicità che venga pure da me e troveremo il modo per collaborare simpaticamente insieme. A te Viola dico: sei sempre fragrante e simpatica. Temo però di averti persa come iscritta, dato che WP ha cambiato il mio nome, potresti controllare x per cortesia?? Dammi gentili notizie, il nuovo nome ora è: fabianaschianchi.wordpress.com

    Mi piace

    1. Buongiorno Fabiana , con questa nuova legge noi blogger amatoriali che nella maggior parte dei casi siamo disoccupati/e ,casalinghe,studenti,pensionati/e eccetera e abbiamo aperto il blog gratuito e lo usiamo per esprimersi attraverso la scrittura, la fotografia, le ricette,opinioni, i viaggi eccetera.Con questa legge dei Cookie Law la piattaforma di worpdress che é straniera e questa legge é europea ,giusto per complicarci la vita.Non intendo a trasferire il blog su un altra piattaforma o nel peggiore dei casi chiudere il blog.Per trasferire il blog da un altra parte dovrei pagare e io non voglio pagare.Sono senza lavoro.Spero che il Garante della privacy faccia chiarezza perché non tutti i blog sono uguali .Io non vendo nulla, come cittadina della repubblica italiana e consumatrice posso dare le mie opinioni in merito agli eventi che toccano la mia sensibilità che possono essere positive o negative.Intanto il tuo nuovo blog lo seguo e complimenti .Buona Domenica ❤

      Mi piace

      1. Io invece a volte pubblico gli oggetti e le collezioni che vendo ai mercati del vintage, dell’antiquariato, alle fiere dell’usato, ai baratti. Non credo ci sia nulal di male nell’esporre ciò che ho collezionato con tanto amore e passione in quaran’anni di ricerche storiche per mercati, aste, ed eredità! Poi se qualcuno mi vuole contattare personalmente per sapere, prezzi, forme ed altri dettagl isono ben felice di farlo! Ho fatto la cassiera di banca e a Max Mara per 25 anni, ora mi occupo di ciò che amo maggiormente e dò anche una mano economicamente alla famiglia. Non ci vedo nulla di male! Poi se il garante o il fornaio mi diranno che non posso farlo e dovrò traslocare ancora una volta, beh! dolce Viola!! Sono abituata ai traslochi: di mobili, di case, di situazioni, di malattie e di amicizie. Io sono qui con tutta la mia onestà e pagando quello che devo allo Stato se devo farlo. Ti abbraccio tanto e ti ringrazio per seguirmi ancora. Un bacione, fabianaschianchi.wordpress.com

        Mi piace

  2. Rasaritul incepe cu prima raza de soare…ploaia incepe cu prima roua…focul incepe de la prima scanteie…iar fericirea?…mereu de la primul zambet! …O seara frumoasa si linistita!
    Dawn begins with the first ray of sunshine … rain … fire dew begins with the first start at first spark … and happiness? … Always the first smile! .. A beautiful evening and quiet!


    Mi piace

  3. L’ha ribloggato su Lo smemorato di Collegnoe ha commentato:
    Durante l’era glaciale, molti animali morivano a causa del freddo.

    I porcospini, percependo la situazione, decisero di unirsi in gruppi, così si coprivano e si proteggevano vicendevolmente, però le spine di ognuno ferivano i compagni più vicini, giustamente quelli che offrivano più caldo.

    Per quel motivo alcuni decisero di allontanarsi dagli altri, ma cominciarono di nuovo a morire congelati.

    A quel punto o sparivano dalla Terra o accettavano le spine dei compagni.

    Con saggezza, decisero di tornare a stare insieme.

    Impararono così a convivere con le piccole ferite che la relazione con un simile molto prossimo può causare, poiché la cosa più importante era il caldo dell’altro.

    E così sopravvissero.

    Morale della favola

    La migliore relazione non è quella che unisce persone perfette, ma è quella dove ognuno impara a convivere coi difetti degli altri, ad ammirare le sue qualità ed ad avere bisogno sempre del suo fianco.

    http://www.raffaelecozzolino.it/2010/12/25/la-favola-del-porcospino/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...