Canzone che ho cantato oggi sotto la doccia

MA LE GAMBE. 1938. ENZO AITA.

Annunci

28 pensieri su “Canzone che ho cantato oggi sotto la doccia

    1. Ho udito dire da Albertazzi, in una sua intervista, che le gambe delle donne sono la prova dell’esistenza di Dio. Ma chi vuole essere una prova dell’esistenza di Dio? Io no. Ritengo che al massimo una possa desiderare (dico io, ma sono un uomo: almeno presumo di esserlo) di essere la prova della possibilità offerta aall’umanità di continuare a perpetuarsi. Finché esisteranno donne, continuerà a esistere la speranza. Ammiro le gambe, ammiro di più coloro che le usano per portarsi in giro e continuare a alimentare gioia e fiducia nell’avvenire.

      Liked by 1 persona

      1. Buongiorno Mauro , questa canzone fa parte della storia della musica Italiana e mondiale , penso che ogni uomo in una donna può ammirare quello che vuole e perché no anche le gambe 😉 e poi anche noi donne in voi uomini possiamo ammirare tante cose anche le vostre gambe oltre ad altri aspetti fisici o mentali .grazie della visita.buona giornata 🙂

        Mi piace

      2. Viola ha scritto:
        Buongiorno Mauro , questa canzone fa parte della storia della musica Italiana e mondiale , penso che ogni uomo in una donna può ammirare quello che vuole e perché no anche le gambe 😉 e poi anche noi donne in voi uomini possiamo ammirare tante cose anche le vostre gambe oltre ad altri aspetti fisici o mentali .grazie della visita.buona giornata 🙂

        Buongiorno a te Viola. Concordo con te, si tratta di una bellissima canzone, valida ben oltre i tempi in cui è stata prodotta. Intendevo solo polemizzare contro i modelli in auge su quel che deve o non deve essere ammirato in una persona. Bisogna educarsi a ammirare le persone, non le parti delle persone (lo dico a me, eretico rispetto ai stessi principi che professo). Non ci sono riuscito, come al solito la fretta è cattiva consigliera. Grazie di avermi offerto la possibilità di chiarire.
        Buono il tuo blog. Ti dispiace se, d tanto in tanto, prelevo qualche post e lo inserisco nel mio? Citando la fonte, si capisce…

        Liked by 1 persona

      3. Lo so che sei un anima sensibile e hai tanto rispetto per noi donne , leggo sempre il tuo blog e i tuoi articoli lo dimostrano con chiarezza.Certo che puoi condividere sia le mie poesie anche le mie foto citando la fonte .ne sono onorata.un sorriso 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...