Un giorno in paradiso.

Siamo’ quasi alle fine del anno del 2013,

mi sembra di essere ferma  nei spensierati anni novanta,

ma il tempo non può tornare indietro.

non posso più  sopportare le seghe mentali di alcuni politici corrotti

oramai siete come delle vecchie prostitute e godetevi la pensione ,

oppure fate quello che fa un essere normale,  fate un lavoro che vi piace oppure iscrivetevi alle liste dei disoccupati come me.

ne io ne gli altri meritiamo di essere insultati tutti i giorni da un pagliaccio  che non fa piú nemmeno ridere,

non lo meritiamo , noi abbiamo delegato  il nostro destino alle persone perbene,

non mi piace fare di tutta l’erba un fascio, non ce lo meritiamo.

non so se riesco a dare un nome al mio presente ,

so solo che chi vuole prendersi carica del mio destino sarà come Pertini,

ho sopportato tanto in questi anni, e chiunque mi guiderà,

sarà più consapevole , siamo nel epoca di web e di democrazia .

Un politico che non mantiene le sue promesse  È  come un ciarlatano .

chi per avere dei voti promette di dare 1000 euro ai disoccupati come me  é folle.

di balle ne ho sopportate tante e non ho voglia di rimanere ferma ai anni novanta.

dei anni novanta mi è rimasto solo il  cd di Phil  Collins,

con la canzone  Another Day In Paradise.

ISTRUZIONI PER L’USO
Potete condividerle le mie poesie ma citando la fonte e non modificandole in alcun modo.Grazie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...